Il Codice Etico della nostra azienda

PARTE I
Regole di comportamento

Sezione I

Rapporti con l’esterno

1.1 Competizione

1.2 Relazioni

       1.2.1 Con gli interlocutori esterni

       1.2.2 Con i clienti e committenti

       1.2.3 Con i fornitori

1.3 Ambiente

Sezione II

Rapporti con i collaboratori

PARTE II
Modalità di attuazione

0.1 Obiettivi

L’Impresa IMMMES è cosciente di contribuire con il proprio lavoro, con senso di affidabilità e correttezza, allo sviluppo della crescita del paese e dell’economia italiana.

L’impresa, credendo nel valore del lavoro, considera la legalità, la correttezza e la trasparenza dell’agire presupposti indispensabili per raggiungere i propri fini economici, produttivi, sociali.

0.2 Adozione

Questo è il Codice etico adottato dall’Impresa.

L’impresa, attraverso l’adozione di questo Codice, si è data le seguenti regole:

  • di comportamento nei rapporti con gli interlocutori esterni, i collaboratori, il mercato e l’ambiente. L’Impresa informa loro riguardo la propria attività interna ed esterna e ne esige il rispetto da parte di tutti i collaboratori, i consulenti e gli interlocutori esterni;
  • di organizzazione e gestione dell’Impresa, indirizzate alla realizzazione di un sistema efficiente ed efficace di programmazione, esecuzione e controllo delle attività che assicurino il costante rispetto delle regole di comportamento e ne prevengano la violazione da parte di qualsiasi soggetto che operi per l’Impresa.

0.3 Diffusione

Il Codice è a disposizione di tutti i soggetti dell’Impresa ed è internamente diffuso.

Nel sito internet è pubblicata copia del codice.

Le norme del Codice devono essere osservate da tutti i collaboratori dell’Impresa; essa controlla con attenzione l’osservanza del Codice, mettendo a disposizione strumenti di informazione appropriati, prevenzione e controllo, ed infine intervenendo, in caso, con azioni correttive.

0.4 Aggiornamento

Il Codice può essere modificato mediante la delibera del Consiglio di Amministrazione. L’Organo di controllo può fornire suggerimenti e indicazioni utili riguardanti le parti da modificare o da integrare.

PARTE I
Regole di comportamento

Sezione I

Rapporti con l’esterno

1.1 Competizione

L’Impresa crede nella libera e leale concorrenza ed informa i propri collaboratori delle azioni svolte e dell’ottenimento di risultati competitivi che premino la capacità, l’esperienza e l’efficienza.

Devono essere assunti comportamenti corretti sia dall’Impresa stessa sia dai collaboratori, sia negli affari di interesse dell’Impresa sia nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Sono vietate ad ogni soggetto operante per l’azienda tutte le azioni dirette a mutare la corretta concorrenza poiché contrarie alla politica aziendale dell’Impresa.

Il perseguimento dell’interesse dell’Impresa non giustifica l’inadempienza, delle regole del Codice, da parte dei vertici e/o dai collaboratori dell’Impresa.

Le informazioni comunicate a terzi riguardanti l’Impresa e le sue attività devono sempre essere veritiere, chiare e verificabili.

1.2 Relazioni

1.2.1 I rapporti dell’Impresa con interlocutore pubblico o privato, devono essere svolti in base alla legge e nel rispetto dei principi di correttezza, trasparenza e verificabilità.

Nello specifico i rapporti con i dipendenti pubblici devono essere conformi ai principi e alle previsioni stabiliti dal D.P.C.M. 28 novembre 2000 (Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni).

Non è ammessa alcuna forma di regalo che possa apparire come più di una semplice pratica commerciale o di cortesia e che possa essere rivolta ad ottenere trattamenti di favoritismo nella conduzione di qualsiasi attività.

Sono vietate, nei confronti di rappresentanti o dipendenti delle pubbliche amministrazioni, la ricerca e l’instaurazione di relazioni personali di favore, che possano influenzare o condizionare, direttamente o indirettamente, l’esito del rapporto; sono inoltre vietate le offerte di beni o di altre utilità a rappresentanti, funzionari o dipendenti delle pubbliche amministrazioni, anche per interposta persona, salvo che si tratti di doni di modico valore e conformi agli usi e sempre che non possano essere intesi come rivolti alla ricerca di favori personali.

Vengo erogate dall’Impresa contributi, vantaggi o altre utilità ai partiti politici e alle organizzazioni sindacali dei lavoratori, solo nel rispetto della normativa applicabile.

1.2.2 L’Impresa basa la propria attività sul criterio della qualità, intesa fondamentalmente come obiettivo del completo soddisfacimento del cliente.

Per quanto riguarda i rapporti con la clientela e la committenza, l’Impresa assicura correttezza e chiarezza nelle trattative commerciali e nell’assunzione dei vincoli contrattuali e inoltre la fedele e diligente osservanza delle norme contrattuali.

Nella partecipazione alle gare di appalto l’Impresa valuta attentamente la convenienza e la fattibilità delle prestazioni richieste, con particolare riserbo alle condizioni tecniche ed economiche, alla sicurezza e agli aspetti ambientali, facendo rilevare tempestivamente, ove possibile, le eventuali anomalie.

Le offerte rispetteranno determinati standard qualitativi, adeguati livelli retributivi del personale dipendente e le misure di sicurezza e tutela ambientale in corso.

Nell’eventualità che le legittime richieste dell’Impresa non vengano soddisfatte dall’interlocutore, l’Impresa ricorrerà al contenzioso .

Devono essere evitati, durante qualsiasi trattativa, situazioni dove i soggetti coinvolti nell’accordo siano o possano sembrare in conflitto di interesse.

1.2.3 Sono soggette alle norme di questo Codice e ad un attento monitoraggio dell’Impresa le relazioni con i fornitori dell’Impresa inclusi i contratti finanziari e di consulenza.

L’Impresa si serve di fornitori, appaltatori o subappaltatori che operino seguendo la normativa in vigore e le regole previste da questo Codice.

1.3 Ambiente

Le attività produttive dell’impresa sono coordinate nel rispetto della normativa in vigore in materia ambientale.

Nel promuovere, progettare o affidare la progettazione di opere e prodotti l’Impresa si informa che siano svolte tutte le indagini necessarie per verificare i possibili rischi ambientali derivanti dall’operazione e per poter prevenirne i danni.

L’Impresa si assume l’impegno di diffondere e rinforzare tra tutti i collaboratori e subfornitori la preparazione riguardo la tutela ambientale e la prevenzione dell’inquinamento, aumentando la conoscenza dei rischi e favorendo comportamenti responsabili da parte di tutti i collaboratori.

Sezione II

Rapporti con i collaboratori

2.1 Lavoro

L’Impresa riconosce come principale fattore di successo di tutte le imprese l’impiego delle risorse umane in un insieme di lealtà e fiducia reciproche tra datore e lavoratori subordinati.

L’Impresa ha assunto tutto il personale mediante regolare contratto di lavoro.

Il rapporto di lavoro si svolge nell’osservanza della normativa contrattuale collettiva del settore e della normativa previdenziale, fiscale ed assicurativa.

L’Impresa, anche mediante lo svolgimento di iniziative formative, favorisce il continuo miglioramento della professionalità dei propri dipendenti.

2.2 Sicurezza e salute

L’Impresa, nel rispetto totale della normativa in vigore in materia di prevenzione degli infortuni e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro inclusi cantieri temporali e mobili, garantisce l’integrità fisica e morale dei suoi dipendenti, condizioni di lavoro rispettose della dignità individuale e ambienti di lavoro sicuri e salubri.

Le attività dell’Impresa vengono svolte a condizioni tecniche, organizzative ed economiche in modo da assicurare un’adeguata prevenzione infortunistica ed un ambiente lavorativo salubre e sicuro, adeguandosi alla Linee guida UNI-INAIL per il sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) del 28.09.2001.

L’Impresa si assume l’impegno di diffondere e rinforzare tra tutti i collaboratori e subappaltatori la preparazione riguardo la sicurezza, aumentando la conoscenza dei rischi e favorendo comportamenti responsabili da parte di tutti i collaboratori.

PARTE II
Modalità di attuazione

3.1 Prevenzione

L’Impresa adotta correttezza e trasparenza rispettando la normativa in vigore e nell’ottica della pianificazione e gestione dell’attività misure organizzative e di gestione all’altezza di prevenire comportamenti scorretti o contrari alle regole di questo Codice da parte di tutti i soggetti che agiscano per l’impresa.

Per quanto riguarda la complessità organizzativa e l’articolazione delle attività, l’Impresa adotta deleghe di poteri e funzioni e prevede l’attribuzione di incarichi a persone capaci e competenti.

In ambito dell’estensione dei poteri delegati, l’Impresa adotta modelli di organizzazione e gestione che garantiscono lo svolgimento delle attività rispettando la legge e le regole del suddetto Codice, e ad individuare ed eliminare immediatamente e l’eventuale rischio presente.

3.2 Controlli

Vengono adottate dall’Impresa determinate modalità di controllo della conformità dei comportamenti di qualsiasi soggetto agisca per l’Impresa o nel suo ambito alle previsione della normativa in vigore e alle regole di condotta di questo Codice.

3.3 Sanzioni

Ai sensi dell’art. 2104 c.c. devono essere rispettate da parte dei dipendenti dell’Impresa tutte le norme di questo Codice. Ogni violazione da parte del personale comporterà un inadempimento alle obbligazioni principali del rapporto di lavoro o illecito disciplinare, con tutte le conseguenze previste dalla legge.